[oldies] Mio moroso Vs. il somaro del cervello

Mi sono sempre sforzata di essere una brava persona.
No.
Detele, delete, delete.
Dai.
Sii onesta.

Ok. Non sempre. Sono stata mediamente molto contenta di essere un’ignobile stronza, finchè una serie di eventi mi ha fatto capire (gesto del cono gelato spalmato sulla fronte) che essere ignobilmente stronza per quanto fosse utilissimo con la stragrande maggioranza delle persone aveva l’effetto collaterale di ferire un sacco di gente ‘incolpevole’ e ben disposta verso il prossimo.
Così ho iniziato a sforzarmi di essere più gentile, meno aggressiva, meno sarcastica ed un sacco di altre cose carine, col risultato che ho imparato a contare fino a dieci molto molto molto in fretta e probabilmente sono rimasta carogna uguale. Ma comunque una cosa l’ho imparata: ad essere ragionevole. Cioè a pensare a quello che dicono gli altri mettendomi
a forza nei loro panni.
Per cui ora posso dire: sono una ragionevole stronza. Solo che sono una ragionevole stronza schiava dei propri ormoni, e questo invece di produrre – nell’ormone moment – incredibili notti di sesso sfrenato, mi rende una rompicoglioni ottusa, angosciante e -ahimè decisamente irragionevole. Praticamente divento l’onorevole La Russa.
Il mio problema è il somaro nel cervello. Ovvero ho un piccolo, cocciuto mulo di montagna che si attacca ai neuroni, punta gli zoccoli e proclama “Noi non ci muoveremo di qua!”.
E dannazione, ci riesce.
Perchè più io penso “no, questa cosa è giusta quindi devo farla, devo stare calma, devo essere sensata, dai ciuchino, guarda che bella carotina, dai su fai un passettino…” più l’unica risposta che viene dal cervello è un potente e perentorio

“HIiiiiii—ooooohhhhhhh”

Così le persone che mi circondano, abbastanza abituate ad una versione di me più tranquilla e meno scassapalle, si trovano improvvisamente ad affrontare una stupida, cresciutissima bambina di due anni che pesta i piedi frignando.

Questa cosa mi ha sempre dato problemi in particolare con la categoria Moroso. Vero è che quasi tutti quelli che sono rientrati nella categoria vantavano ampio curriculum con Femmine-Femmine, ovvero esseri il cui periodo Ormonus Horribilis dura molto più che a me, tuttavia siccome anche io me le vado a cercare col lanternino, il mio Moroso Attuale appartiene alla categoria Terronis Interioris, ovvero è nato in padania da genitori padani che vantano stirpe padana, ma in realtà è, e qui mi cito, un incrocio tra Otello, John Wayne e Donato Bilancia. Calabresi.
Tanto per capirci, MioMoroso è uno di quelli per cui una donna fedifraga dovrebbe venire picchiata dal cornuto, poi dai suoi amici, poi dai suoi parenti, poi essere costretta a fare sesso con Malgioglio, poi partecipare al Grande Fratello Tedesco, poi frustata in pubblica piazza dalla vedova Almirante e poi, ma solo poi, può venire scuoiata viva e morire in pace.
Ed ovviamente, quando io ed il mio ciuco del neurone, debitamente risvegliati da questa teoria, puntiamo lo zoccolo contro i due pesi e due misure, la risposta è “no, io condanno anche l’uomo che tradisce. Per esempio, gli farei un cazziatone ed anche totò sulle manine, ecco”.

Ora il miracolo è questo: finora, codesto moroso è l’unico essere umano al mondo che riesce a far muovere il ciuco del neurone con le buone. Dal che si evince che sono veramente, veramente innamorata. Ma se per sbaglio un giorno il simpatico neuroragliante dovesse decidere che è ora di dar del filo da torcere anche al mio medievalissimo fidanzato, qualcuno sa come si fissino delle quote su Bwin?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...