Tu sei Pietro [doublecit.]

Moroso&io stiamo cercando casa (al riguardo ci sarebbero da far 10 post al giorno, ma disgraziatamente devo lavorare per pagarla, la casa che ancora non ho).
Siamo entrambi over 30. Più io, ma insomma, anche lui: uno direbbe che l’età è giusta, ed avrebbe ragione.

Peccato per la testa. La prima “cosa” che abbiamo fatto quando abbiamo deciso di andare a convivere è stata prendere un Maine Coon, cioè un grosso gatto pelosissimo (al momento tenero micio, ma non bisogna farsi ingannare). In pratica non abbiamo ancora fatto un finanziamento per il divano, ma abbiamo già chi lo distruggerà.

Comunque.
Entrambi abbiamo sempre avuto gatti in casa. Trovatelli/e trovati per strada o davanti alla porta di casa o in un fienile o in una pasticceria (mia madre…) o strisciando sotto un furgone per recuperare un fagottino piangente da dentro il motore (ovviamente, io) o, insomma, in uno qualunque dei mille posti da cui un gatto *sceglie* (si sappia: sceglie sempre il gatto, non l’uomo) di farsi adottare proprio da te. Poi ci siamo innamorati pazzamente dei maine coon, ed ovviamente quella dell’allevamento regolare era l’unica strada, il che non ha impedito alla sottoscritta di pigliare una carrettata di insulti ovunque abbia provato a chiedere informazioni sulla razza.
‘na roba brutta, come dice il mio infermiere: dalla gattara new age che trova anti-karmico il mercimonio di animali, alla virago ostinatamente cessa che ringhia “ma prenditi un trovatello” [ehm, ne ho già due, grazie, ora vorrei un maine coon, posso? lo pago eh. Giuro. E no, non abbandonerò od ucciderò gli altri due perchè lui “ha un costo”. Cazzo. E’ edipico ‘sto ragionamento.], all’allevatrice schiumante di rabbia che mi ha dato della ladra [ladra, neh.] che vuole “rubare un mestiere” perchè ho detto che l’allevatore da cui prendiamo il gatto mi ha consigliato di non sterilizzarlo subito (Il che si è tradotto in “tu vuoi rubare un mestiere!”. Eh, certo. L’allevatrice di gatti. Mi ci vedo. Soprattutto però mi ci vedo ad andare da mia madre e dirle che cedo le quote di società perchè ho deciso di restare a casa ad allevare gatti. Prima magari faccio testamento.)
Calcolando che per un motivo simile anni fa mi sono presa della ladra [!!] di cani [!!!] da UNO ZINGARO [!!!!!!!!!!!!!!], può essere che il mio destino sia essere insultata da individui improbabilli per cose che non mi sono mai sognata di fare in vita mia.

Al di là degli insulti random, le difficoltà non sono mancate. Tipo “facciamo un giretto indagatore senza impegno tra gli allevamenti” è diventato “LUI!!! LUI!!!! VOGLIO LUI!!!!” urlato dal Moroso in direzione di un cosino rosso di dieci giorni, con motivazione “lotta più di tutti per arrivare alle tette, quindi è intelligente” [-__-], oppure tipo convincere suddetto Moroso ad aspettare i 3 mesi pre-adozione previsti dai regolamenti SENZA piantare una tenda nel giardino di ‘sti poveri allevatori (per altro, due persone dolcissime che coi gatti ci parlano pure), o ancora “il cosino ha già un nome per via delle lettere obbligatorie e dei blablabla degli animali con pedigree”, ma il nome è di un rapper nero coi denti d’oro e le trecce [-__-] e quindi via di trattativa serrata per farlo modificare prima che venisse registrato (si legga: suppliche e pianti greci).
Ora la strada è in discesa: devo solo capire dove mettere, nella microcasa in cui vivo al momento, le due pagine di roba ordinate su zooplus.
Convincere mio padre a farmi il telaio del balcone, per cui ho personalmente disegnato il progetto (poi però lo ha ripreso un architetto. no, non scherzo.).
Convincere me stessa che la settimana e mezza che manca non è lunga, prima che arrivi lui.

La verità è che non mi passa più.

Annunci

9 pensieri su “Tu sei Pietro [doublecit.]

  1. Che tenero *_*

    chi-s-se-ne-frega-del-divano….lui è DIVINO!! ;D

    hihihhii
    anch’io voglio unn micio, ma devo ancora trovare casa!

    Baci,
    Momo

  2. Io per far dormire più comodamente i miei due gatti a letto, ho imparato a mantenere la stessa posizione durante tutta la notte!se mi si addormentano in braccio, finchè non si svegliano non mi alzo… i miei gatti sono delle divinità e io vorrei ogni giorno della mia vita essere uno di loro!!!

  3. ahahahahah anche io quando stavo dai miei avevo sempre la posizione da “mummia” coi gatti sopra. ora il gatto (non quello della foto, un soriano tigrato trovatello) che abbiamo è difficile da tenere in camera perchè non vuol dormire nel lettone, vuol giocare…a qualsiasi ora del giorno e della notte -__- Spero che con l’arrivo del piccolo trovi sfogo in giochi comuni :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...