quod me nutrit me destruit

ma è vero anche il contrario.

La mia più grande paura è sempre stata la morte. La morte in senso ampio: l’ineluttabile finire delle persone. Il fatto che la vita non sia eterna, ma lo sia il non esserci più.
Non poter più dire una parola a quella persona lì, non potermi più girare per guardare quell’altra.

E’ bello sapere, invece, che c’è gente che mette passione nel farti sentire talmente lontano rispetto alla tua stessa famiglia da rendere relativa anche questa paura.

Annunci

Un pensiero su “quod me nutrit me destruit

  1. Mi hai fatto venire in mente una frase di Pazienza:
    “Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di barattare una intera via crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d’amore…”

    fuckyeah!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...