Sfiduciandocisi.

Sono una disordinata.
Sono una grande disordinata.
Sono una grande disordinata metodica e perseverante, di quelli che generalmente dividono i loro beni in “quella roba lì” e “quella roba là”, per cui la robalì sta lì (indicare col dito mezza stanza) e la robalà sta là (l’altra metà, prego).
Quando c’è necessità di trovare qualcosa basta che mi si dica cos’è ed io saprò in quale mucchio frugare.
E funziona, perchè sì, non so esattamente a che punto della pila di roba sia, ma SO che è LI’. Perchè è una robalì. E viceversa.

Il problema è che tutti gli ordinati, ma anche i disordinati con diverso disturbo dell’ordine, NON capiscono che questo tipo di disordine è l’unico ordine in cui posso sperare di sopravvivere. E c’è un perchè: io, che ricordo ogni singola parola che ogni singolo essere umano mi abbia detto negli ultimi 25 anni, quando si tratta di oggetti dimentico TUTTO.
Assolutamente TUTTO.
Per capirci, se LaManu ed io stendessimo contemporaneamente due bucati, io non saprei QUALI siano mai le mie mutande.
Se lei cerca il ciappino (ciappino, dai. Molletta?) per i capelli e mi chiede se l’ho visto, io mi levo quello che ho in testa e glielo mostro chiedendole se è quel che cerca. Perchè io NON LO SO, se il ciappino che ho in testa è il mio. Per me è indistinguibile da ogni altro ciappino. E questo vale con vestiti, utensili, forbici, documenti, carte, cd, dvd, roba per la casa, balsami and so on.
Quindi HO BISOGNO di due macrocategorie in cui ficcare le cose, perchè se provassi a suddividere ulteriormente finirei per dimenticarmi:
1. Le microcategorie.
2. Cosa va in ognuna.
3. In quale punto della casa si trovano le suddivisioni.
4. Cosa ho deciso di archiviare in ognuna delle categorie.

Per cui, a meno di non vivere attaccando bigliettini su tutto ciò che possa fungere da contenitore, il mio disordine è l’unico ordine di cui sono capace ed in linea di massima non rompetemi il ca’.

Solo che oggi è successa questa cosa: al lavoro nel mio mucchio “robalà” ci sono delle buste che mi preparo pre-intestate perchè così quando devo far spedizioni lavoro a spron battuto e morta lì.
Diciamo che nell’ultimo mese la svampita scrivente ha allungato la manina verso le buste-là che si era preparata e tre volte su tre c’era una sola, misera busta-là, al posto del corposo mucchietto preparato prima, ma siccome chi c’ha una testa come la mia SA di non doversi fidare ciecamente dei ricordi che riguardano le COSE, ognuna delle tre volte la rincopatissima scrivente s’è rifatta il mucchietto bestemmiandosi dietro da sola.
Se non che oggi ha sgamato il folletto delle buste-là, impersonato per l’occasione dalla collega, che attingeva a piene mani dal mucchio, giustificandosi con “ma ne fai così tante, pensavo fossero per tutti.

Lezione di oggi: se i conti non ti tornano, prima di darti della cretina sapendo che della tua testa non puoi fidarti, guardati intorno e cerca qualcuno più cretino di te.

Annunci

4 pensieri su “Sfiduciandocisi.

  1. Ho trovato un’altra cosa che abbiamo in comune!
    Anche se mi scoccia ammettere che sto perdendo un po’ di colpi: sarà il trasloco, sarà l’età che avanza O.O ma ogni tanto mi ritrovo a fissare impotente i miei “mucchietti selvaggi” senza riuscire a raccapezzarmi su dove avevo messo quella o quell’altra cosa. La ritrovo puntualmente quando non mi serve più comunque, questo aspetto è rimasto invariato.

    Furba la tua collega, ah?! ^_^

    • eh ma nel post trasloco e’ il minimo sindacale!
      il mese prossimo toccherà anche a me e sto pensando di fare scatoloni per colore:
      cose bianche
      cose viola
      cose rosse (con dentro il gatto)
      cose tigrate (una maglietta imbarazzante e l’altro gatto)
      e via così… :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...