Essere Sisifo oggi.

Sono dieci giorni che

1. mi sveglio svogliata come un ripetente del Libro Cuore.
2. mi sveglio più stanca di come sono andata a letto.
3. mi sveglio desiderando pazzamente di fare le pulizie di casa, cucinare, arieggiare le stanze, perfino stirare, pur di non andare al lavoro.
4. mi sveglio. Mi sveglio?
5. Ogni giorno che passa l’insofferenza per il mio lavoro, la noia di troppe parti che non mi piacciono più, il fastidio per la percentuale di clienti arroganti, ignoranti, stronzi, maleducati, a volte palesemente bugiardi che ha tristemente superato la percentuale di brave persone, insomma la sensazione “alzati e scala questa ulteriore montagna di merda” si fa più forte.
6. Ciò nonostante, mi trascino in ufficio e mi sciroppo stracafoni col sorriso nella voce (e la scabbia scavejona nel cuore), e lavoro che invece di diminuire aumenta di ora in ora (diminuiscono invece i margini di guadagno), e merda pura da spalare…spingi la pietra, la pietra rotola, spingi la pietra, la pietra rotola, spingi la pietra, mUOrite tutti.

Il problema è che la ditta è mia.

Advertisements

Un pensiero su “Essere Sisifo oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...