lezioni di vita dal mio gatto

I nostri gatti mangiano a due velocità: il rosso, velocità idrovora. Tigrato, velocità novantenne inappetente.
I nostri gatti mangiano con due attitudini: Tigrato, beata distrazione e vibrisse tra le nuvole. Il rosso, muso dentro alla ciotola e giù come se ne andasse del destino del pianeta.

Ieri mi avanzava una fettina di pollo. Due ciotole, due porzioni, solito metodo: per far mangiare entrambi, l’uno deve avere tutto e subito, così si lancia sulla ciotola. L’altro un pezzettino alla volta, così non si distrae. Ma siccome il pollo è gran goduria, il tigrato ha passato più tempo a guardare cosa c’era nella ciotola dell’altro che a prendere quello che arrivava a lui.
L’ovvia conclusione è l’altro s’è mangiato anche il suo, e quando finalmente lui ha deciso di smettere di guardare cosa c’era nell’altra ciotola e s’è girato verso la propria, da mangiare non c’era più niente.

Morale della favola gatta: via, che ci arrivamo da soli. Se passi il tempo a guardare la ciotola del tuo vicino…

Annunci

2 pensieri su “lezioni di vita dal mio gatto

    • oggi ti ho proprio pensata. ero in un negozio di carabattole fighe da cucina e c’era un attrezzo fatto fai conto come una ruota con il manico in legno… beh era un “taglia biscotti”, cioè tu stendi la frolla poi passi quel coso e lui fa tanti biscotti di forme diverse, cuori, fiori, stelle… so che capirai la portata dell’oggetto :-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...