sottovoce e sottovento

“Ti parlo a bassa voce, perchè è solo parlando a bassa voce che ascoltiamo noi stessi”
[M. Yourcenar]

Io invece lo dico a bassa voce per paura dei vaffanculo.
A me piace tantissimo questo freddo, il ghiaccio, tremare per strada, l’odore della neve nell’aria misto all’odore della legna da ardere, ed il vento.
Soprattutto il vento.
Il vento per me vuol dire mille cose. Sarà che da brava triestina, seppure lontana, il vento me lo porto addosso come una voglia, come un marchio, come un segno segreto.
Sarà che la MIA canzone è “Troppo vento”. O viceversa.
E guardo fuori dalla finestra e mi sembra troppo lieve, troppo leggero. E poi non piove, non nevica.
Il cielo e’ terso, peccato.

Ho voglia di bora scura.
Ho voglia di volare.

Advertisements

6 pensieri su “sottovoce e sottovento

  1. “sottovoce e sottovento” si fanno le puzze in pubblico!
    :D

    sì al vento, ma no alla neve
    anzi sì alla neve solo se non si ferma sulle strade
    neve razzista!

    ma anche taaaaanta nebbia. di quella che non vedi a due metri. anche qui il razzismo è gradito.

  2. -.-‘ ho il cavallo mannaro chiuso nel box da tre giorni per colpa del mal tempo che ghiaccia tutto, pure qui nella ”terra leggiadra”…….il vafffffff te lo cerchi :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...