Estemporanea, 8 di enne: mala gente.

Certo che la vita è una parodia di Pietre (http://www.youtube.com/watch?v=Kg5k6obenN8).

Solo che più o meno il ritornello dovrebbe fare: se sei una persona schifosa, non ti succede niente, se sei un bravo cristo, ti tirano le sfighe.
Lo so che c’è gente orribile, arida, crudele, prepotente, violenta, manipolatrice ed arrogante. Lo so che ci devi fare pace, non possiamo sterminarli tutti.

Quello che vorrei capire è perchè piove sempre sul bagnato: ci sono delle persone di valore e coraggiose che ogni volta che riescono a mettere un poco la testa fuori dalla melma, la melma riguadagna 20 cm. Le ascolti e pensi “cazzo, ma come fa? io non so se ce la farei”. Penso alla mia amica Candida, bella come il sole, dolcissima, in gamba, intelligente, alla tremenda malattia che le ha portato via il padre, al figlio di straputtana che aveva come moroso. Penso al nostro amico Sportivo, di un calore umano unico, gentile, tenace, ed al suo anno di lutti ed abbandoni. Penso ad altre persone che conosco o che leggo e mi sento male perchè invece la mala gente, quelli brutti d’animo, quelli che io voglio e tu crepa, quelli che prima ti distruggono di dolore e poi te lo rinfacciano come fosse colpa tua, beh quelli al massimo un raffreddore.

Ci sono persone che non piangono più. Ci sono persone che non piangono mai, e se per caso hanno versato una lacrima era di autocommiserazione.

Uno dei motivi per cui ho smesso di fumare è che tanti anni fa una persona mi ha fatto del male (tecnicamente avrebbe potuto far peggio). Me lo sono tenuta dentro così a lungo che quando l’ho detto alla mia migliore amica, quella s’è sconvolta che abbia potuto tacere per quasi vent’anni. Comunque un giorno ho pensato che fumare accorcia la vita ed io invece voglio, DEVO, vivere più di quella persona lì. Che ovviamente ha una vita felice ed un sacco di soldi e privilegi quindi capiamoci, si parla di tenere botta un bel po’.

Perchè io, lurida carogna, DEVO venire a ballare sulla tua tomba.

Anzi, ora che ci penso, per farlo meglio mi iscrivo pure ad un corso di tip tap.

(Agli altri auguro una rapidissima inversione del karma: cazzo dovete impazzire di sfiga, tutti/e.)

Annunci

10 pensieri su “Estemporanea, 8 di enne: mala gente.

    • Sì, a volte funziona, perchè giocoforza a furia di pestare piedi, ferire persone, fregarsene delle conseguenze, alla lunga qualcuno che ti tira un pugno in faccia lo trovi. Sai cosa mi lascia comunque l’amaro in bocca? Che a mia esperienza quando qualcuno reagisce o la vita presenta il conto, comunque questi individui si sentono vittime, non c’è un briciolo di autocritica.
      E a volte nel loro essere ricchi o privilegiati rimangono intoccabili.

  1. Leggevo l’altro giorno in un blog una disquisizione sul karma dove si sosteneva che non è tanto un “ti sei comportato male, nella prossima vita ti reincarnerai in un simpaticissimo stercorario”, quanto più una questione di stadi evolutivi: più sei stronzo meno sei evoluto, man mano che ti evolvi diventi meno stronzo.
    Non so se mi piace tanto come corrente di pensiero, non riesco a zittire quella vocina dentro di me che sostiene la legge del taglione.
    Evidentemente persone come me, te e i nostri cari sono particolarmente avanti nell’evoluzione, mettiamola così!

    • Seriamente, uno dei miei problemi ad accettare la situazione “cattiveria = felicità” è che io per educazione, credo, non riesco ad accettare che ci siano i cattivi intelligenti, per me non ha senso, per me la cattiveria è la risposta adattiva di un organismo (individuo) che non ha l’intelligenza per campare senza nuocere ad altri. Sto parlando di cattiveria cosciente, non dell’istinto alla sopravvivenza che può far saltare un uomo adulto sulla scialuppa di una nave in barba a donne e bambini, o della natura animale di un gatto che gioca col topo prima di ucciderlo, o del parassitismo endemico di certe specie animali/vegetali. Lasciando stare il praeclaro esempio della nostra classe politica, che dimostra sempre più che la cattiveria, in questo caso disonestà, disperata arraffoneria, è determinata da una ignoranza profonda, una mancanza di senso civico abnorme, da una meschineria totale, il mio problema è coi Marchionne di questo mondo, gente colta ed di chiarissimo intelletto che sceglie consapevolmente di rovinare la vita a migliaia di persone ARRICCHENDOCISI, e continua a negare con tenacia ed arroganza di essere dannoso.
      Nel loro piccolo vedo continuamente (insomma, un poco ne abbiamo anche parlato l’altro giorno) persone che non fanno male perchè sono cretine, non capiscono, non si rendono conto, ma SCEGLIENDO di fare il male per il purissimo gusto di farlo, oltre che per un tornaconto che spesso è puro e semplice boost di autostima.
      Per me non ha senso: se possiedi intelligenza, anche sociale, non puoi non renderti conto che il male che fai si propaga. In questo senso sono vicina alle teorie confuciane dell’equilibrio: il danno è nell’equilibrio che turbi, le conseguenze ci saranno per tutti, vai fermato, e cazzo vai punito.

      Mi rendo conto di essere pesante, eh, e di aver dato una risposta pesante, è che veramente sono piena di odio come un babà di rhum.

      • Ci sono talmente tante brutture nel mondo che uno rischia di affogarci dentro. Capisco il tuo discorso, non può non far incazzare lo schifo che ci circonda, e la cosa peggiore è il senso di impotenza davanti alle ingiustizie a cui non si riesce ad opporsi.
        Ne parlavo in un certo senso stamattina con una persona che inaspettatamente di botto ha iniziato un volo pindarico sul senso della vita e che lei ha trovato la sua risposta nella fede e nella certezza che c’è un disegno divino per tutto. Mi sono smontata subito perché in casi come questo non capisco se sono io ormai incattivita verso certi discorsi o se sono limitata per via del mio vissuto.
        Boh, fatto sta che non ho una risposta sul perché uno sceglie di fare consapevolmente del male e non riesco a far mio il ragionamento “non può esserci il bene senza il male”, per cui posso solo unirmi al tuo sfogo.

  2. La soluzione a ciò è, quando ti imbatti in una persona cattiva, fargli passare una quarto d’ora dimmerda. A me riesce benissimo.

    sisisisisi, e mi piace anche.

    Il Fidanzato Tecnologico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...