[oldies] Il mio piloro ed io [Della Segretaria ed altre amenità]

La primavera è tempo di nuove conoscenze. E fin qui. Peccato che le nuove conoscenze, sia ottime che pessime, quasi sempre comportino la risposta a domande del cappero come ‘dove vivi’, ‘quanti anni hai’ e, soprattutto, la dannata ‘che lavoro fai?’.
Io odio la domanda ‘che lavoro fai?’. La odio. Principalmente perchè l’80% delle persone quando rispondo mi guarda come se fossi un dugongo arancione che ordina un cuba libre al bar. In secondo luogo perchè poi tocca spiegarlo e sembra sempre una cosa complicatissima, mentre invece è una stronzata colossale.
Il mio lavoro potrebbe farlo qualsiasi imbecille, purchè aspirasse alla beatificazione, ed infatti lo faccio io, che per la beatificazione ho quest’unica via. Ed ancora temo non basterà, ma vabbè.
In terzo luogo la odio perchè, quando l’altro ha capito, 9 volte su dieci inizia a chiedermi cose tipo “io quando lavoro ho mal di schiena”, “quando sto al pc mi bruciano gli occhi”, “mio nonno aveva l’ernia, è genetico?” e roba così. Come se si diventasse medico per osmosi, cazzo.
Non sono un medico, oh.

Il mio lavoro è come fare un grosso puzzle umano, ma senza il disegno di riferimento. Ci sono ditte che hanno scadenze per cui servono persone in determinate date a fare degli esami che hanno un ordine logico, per cui prima ci va tizio e dopo caio ed alla fine arriva sempronio e fa briscola. Questo in teoria.

In pratica ci sono ditte che hanno scadenze, ma non ci vogliono tra le palle, e medici che non hanno date libere o se le hanno non tornano con quelle delle ditte e tecnici che forse le hanno, forse no, sabato vorrebbero andare al lago e venerdì pure e quando finalmente rinunciano allo yoga del mercoledì mattina…ZAC! la ditta ha cambiato idea.

Nei cambiamenti di idea delle aziende rientra per altro l’incredibile fattore “Segretaria”. La Segretaria è una figura angosciante nella mia vita lavorativa.
La segretaria è quella cosa che invia mail misteriose con richieste di informazioni ridicole, tipo “domani l’acqua sarà ancora calda?” “che tempo farà il 25 dicembre 2009?”, roba o assurdamente ridicola oppure IMPOSSIBILE da definire [esempio reale: dopo le visite mediche di dopodomani, quante persone mancheranno da vedere?……..E IO COME CAZZO FACCIO A SAPERLO, VIAGGIO NEL TEMPO?!?!].
Ma quando pigli il telefono per provare a spiegare a voce il contenuto della mail, e pigi uno dopo l’altro gli stronzi tastini di scelta che ti indicano le segreterie di risposta automatica delle aziende, e dopo musiche improbabili e sudori freddi arrivi a parlare con qualcosa che sembrerebbe essere un essere umano, chiedi di Lei e ti senti rispondere che…
E’ FUORI UFFICIO.

E richiami ma Lei…è ancora fuori-ufficio.
E il giorno dopo Lei…di nuovo fuori-ufficio.
E ci riprovi 10, 15, 20 minuti dopo, ma è rimasta fuori-ufficio.
Sempre fuori-ufficio.

Il fantasma della Segretaria nel frattempo infesta la mia casella di posta elettronica perchè, dallo strano luogo al di là dello spazio/tempo che è questo Fuori Ufficio, alle mail Lei risponde, in un crescendo di assurdità che va facendosi sempre più simile alla trama di H2S [http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.a…], fino a precisare che, ovviamente, “La data proposta non va bene perchè io in quel giorno non ci sono” [siete 462 in questa ditta, cos’è, devo far visitare solo te, esclusivamente te, sempre te?].
Ma secondo me fanno apposta, eh. Le segretarie di tutte le ditte ed i loro ‘fuori uffici’. Io me le immagino tutte insieme che si mettono d’accordo di fronte ad un’enorme macchinetta del caffè colorata e ridacchiano alle mie spalle.

Tiriamo avanti.

Questa cosa moltiplicata per 300 ditte, per 15 medici e per 8 tecnici vari produce:

1) Circa 20 cambiamenti di idea giornalieri.
2) Circa 60 telefonate variamente suddivise in minacce, suppliche, conferme, smentite, figuremmerda, sfuriate, accorate lamentele.
3) Una telefonata al Telefono Amico al giorno.
4) La ribellione del piloro della sottoscritta.
5) La formula_bestemmia: [numero di cambiamenti di programma x numero persone interessate] / [grandezza cliente x numero di segretarie cliente].
6) Un incredibile senso di inutilità cosmica 5 sere alla settimana.
7) Questo post.

E lo so che non ho scritto che lavoro faccio.
Beh non ho scritto neanche che cos’è un Dugongo, se è per questo.
E se vogliamo dirla tutta, penso che non mi faranno nemmeno beata.

Advertisements

4 pensieri su “[oldies] Il mio piloro ed io [Della Segretaria ed altre amenità]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...