sgancia la bomba e scappa.

Sai cos’è che fa male?
Quando vuoi bene a due persone che non riescono a volersi bene tra di loro. A me per esempio è capitato tanti anni fa col mio migliore amico ed il mio fidanzato del tempo. Odio puro. Ho smesso di farli incontrare perchè nel loro piccolo animo di adolescenti trentenni ciò che non si può risolvere con pisciate territoriali deve essere sistemato a pizze in faccia. E magari anche no, dai.

Sai cos’è che fa male?
Quando vuoi bene a due persone e le presenti e si piacciono e diventano amiche e poi però un giorno litigano e tu ti trovi là in mezzo tipo riedizione del divorzio dei tuoi genitori, con la differenza che non hai due anni, capisci tutto, nessuno cerca di preservarti, anzi, magari uno ti tira anche un poco per la giacchetta, e l’altro ti chiede che fai stasera e se rispondi che vedi il primo… beeeeeeeeeeeeeeeep!! Risposta sbagliata!

Ma sai cosa fa ancora più male?
Quando vuoi bene a due persone, e le presenti, e si piacciono, e diventano pure amiche, e si condivide lo stesso gruppo le stesse vacanze esperienze di ogni genere per un ventennio e poi un giorno dal nulla la persona A ti dice in maniera anche piuttosto violenta e sgradevole che la persona B le sta sui coglioni da sempre, lascia stare considerarla amica, proprio fastidio e pure un pizzico d’astio. Dopo di chè liquida la tua richiesta di spiegazioni con un – per carità, legittimo – desiderio di tener per sè il grosso di questo elenco di atteggiamenti e discorsi forieri di codesto disappunto.

Al che il neurone poverino va in cortocircuito e si sovrappongono:
1. cazzo ma i motivi? ci sono motivi? che diamine e’ successo? perchè non mi sono accorta di un tubo?
[spazio senso di colpa]
2. povera persona B! che è totalmente inconsapevole di questi sentimenti e non ne ricambia un grammo!
[spazio senso di colpa, parte seconda]
3. povera persona A, che ha passato un sacco di momenti sgradevoli tenendosi dentro tutto.
[spazio senso di colpa, parte terza: che amica di merda che sono]
4. cazzo, non posso ripararli. se apro bocca ferisco a e tradisco b.
[il senso di colpa sovrasta ogni altra considerazione]

Ecco, non posso ripararli. E non potendo ripararli, non posso riparare neanche me stessa.
E quando qualcuno verrà a chiedermene conto, perchè verranno, alla fine sempre qui si viene a parare, temo che la risposta che ho dato al Tecnologico “Sono bambini grandi ed io sono un’amica, non la mamma”, sarà inutile e non soddisfacente: in realtà, poi, non soddisfa neanche me.

Advertisements

7 pensieri su “sgancia la bomba e scappa.

  1. Una volta presentate due persone, quello che succede tra di loro non è certo tua responsabilità. Piacersi o meno, relazionarsi in modo positivo o meno. Ognuno è responsabile delle proprie amicizie e delle proprie scelte. Semmai tu hai solo il merito di lanciare un seme nelle vite degli altri. E’ bello.

    • E’ vero, e ti ringrazio di averlo scritto. Ma in parte sono io il “collante” di alcune di queste persone, e mi dispiace molto per l’amico che riceverà un secco rifiuto dall’altro senza avere idea di cosa lo provochi e senza aver neanche la possibilità di scusarsi per torti che non sa di aver fatto.
      E’ anche vero che non ci posso fare assolutamente niente, quindi bisogna che ci faccia pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...