calzino e i suoi fratelli

Il calzino spaiato è un oggetto famoso. TUTTI perdono un calzino nel passaggio dalla cesta della roba sporca alla lavatrice. C’è ampia letteratura, ci sono dibattiti, forum e perfino una discreta quantità di vignette al riguardo.
Quello che mi riempie di sgomento ed invidia è che a casa mia il calzino smarrito è in assoluta minoranza rispetto ad altre sparizioni altrettanto inspiegabili.

A casa nostra spariscono posate. Voi non perdete mai un cucchiaino? Stamattina, giuro, le ho contate. Il servizio è da 14, ed ho 13 forchette, 10 coltelli ed 11 cucchiaini. Dopo 3 anni. Solo i cucchiai si sono salvati dalla diaspora della posata. Ho controllato cassetti, lavastoviglie, scolapiatti, acquaio e pure frigorifero: nada. Andati, scomparsi, svaniti: PUF!

A casa nostra spariscono pure i piatti. E mi direte “eh si rompono, i piatti”. Ma se non ne ho mai rotto uno, perché sono tutti in numero inferiore ad otto, che siamo partiti da dieci? Chi viene di notte a rubarmi posate in acciaio e stronzi piatti Ikea? Chi?

A casa nostra spariscono gli elastici per capelli. Erano 300, erano nuovi e forti…e sono scomparsi. Per quanto metodica possa diventare nel riporli, per quanto previdente possa essere nel ricomprarli, niente da fare. “Ma ce n’erano 3!”, sbuffo guardando con sospetto il Tecnologico ed il suo taglio quasi a spazzola. Lui alza gli occhi al cielo. Controllo mobili del bagno, valigia, pavimenti, trousse da trucco, trousse da viaggio, comodino: macchè.
Andati anche loro, senza lasciare traccia!

A casa nostra nel cambio armadio sparisce sempre “lamiamagliettapreferita”. Evidentemente ripongo così bene le cose più carine, ma così bene, che quando riappaiono oramai son passate di moda e pure, ahimè, di taglia. Sono serissima eh. Non le ritrovo mai l’anno dopo, ma con salti di almeno un biennio. I cinesi hanno l’anno della tigre, della capra, del topo… Noi l’anno della maglietta rossa, dei pantaloni neri e del maglione burberry.

A casa nostra ogni tanto sparisce pure il gatto. Anzi, si danno i turni. La prima sparizione gatta – da appartamento senza accesso all’esterno, fatto salvo per UN BALCONE, interamente recintato con rete di ferro e coperto sopra da tenda da sole, è stata scoperta di notte. Ore 3 del mattino, una notte di agosto. Da sola, ovviamente. Mi alzo per bere un bicchiere d’acqua, e come sempre prima di tornare a letto controllo i gatti. Uno solo. Uhm. Mi guardo intorno. Niente. Apro la porta del balcone. Niente. Ma dove diamine? Cerco ancora. Guardo dietro al frigo. Controllo le stanze, che per altro sono chiuse quindi inaccessibili al mondo felino. Niente. Manco Houdinì.
Panico.
Alla fine il gatto era sotto il mobile componibile della cucina, entrato da un cassettone aperto non si sa come, richiuso probabilmente dalla spinta dell’altro gatto, e strisciato sotto. Solo che lo zoccolo del mobile è fissato talmente stretto che ho demolito la cucina per estrarlo, e nel frattempo lui, da sotto, ha bucato il tubo di carico della lavastoviglie. Grazie, orribile bestia di Satana. Grazie.
La seconda sparizione gatta si è conclusa in modo molto meno cruento. Abbiamo comprato una credenza per il soggiorno. Il Maine Coon salta 1.80 da terra.
Il Maine coon dal divano salta due metri. Trovato gatto.

A casa nostra sparisce con preoccupante frequenza la carta igienica. No, so che non sta bene dirlo.
Di questo però conosco la causa: vivo con un uomo.

Giusto la pazienza non sparisce. Quasi mai.

Advertisements

35 pensieri su “calzino e i suoi fratelli

  1. oooowww che bravo il gattone Maine Coon che salta cosi in alto, bbbello lui! Il mio tigro (che e’ un incrocio ma ha di sicuro del sangue Maine Coon) ormai ha 8 anni ed e’ un polentone totale O_o

    • hahaha il nostro alterna momenti di sonno profondo a momenti di autentica follia gatta, in cui corre avanti ed indietro per la casa saltando e trillando e travolgendo TUTTO quello che incontra! :D

  2. Io sono anni che sostengo la tesi che nelle case si formino dei mini buchi neri che inghiottono cose. Secondo me esiste una dimensione parallela piena di oggetti smarriti, ma la scienza è troppo occupata con altre teorie per esaminare questo reale problema dell’umanità

  3. Il calzino spaiato è un evergreen! Secondo me esistono esseri sovrannaturali che nel buio della notte ce ne combinano di tutti i colori. Qui in Abruzzo è “lu mazzamarille”, in Puglia e Lucania “lu monacidde” . Una soluzione molto semplice è avere calzini tutti uguali così non ci sono problemi.

      • Sparisce anche altra roba, ma almeno ha il buon gusto di sparire totalmente senza lasciare tracce, invece il calzino spaiato ti fa perdere anche un sacco di tempo (dove sei? Esci fuori dannato calzino). Con i gatti ho avuto un’esperienza terribile, mia sorella di passaggio mi lasció il suo (lavorando molto con gli animali da allevamento, da casa mia ho bandito qualsiasi animale) un persiano mantello tartaruga. Questo dispettosissimo felino ebbe il coraggio di sparire, lasciandomi nella disperazione, mobilitai l’intero quartiere alla sua ricerca, con il risultato di avere un corteo di persone che mi bussava alla porta mostrandomi i gatti più disparati: “è il suo?”. Il malefico si manifestò più tardi dopo aver passato la giornata acciambellato in un vaso di terracotta, ce lo lasciai l’intera notte a meditare sulle sue malefatte.

  4. Anche a casa nostra spariscono i bicchieri, le posate, i piatti, gli elastici per capelli, i giochi del cane e un sacco di vestiti ma inspiegabilmente i calzini non spariscono mai e ti posso assicurare che è ancora più inquietante non perderli che perderli!

  5. oltre agli elastici per capelli e ai calzini a me sapriscono le mollettine chiudipacco. ne avevo comprate 100, ne son rimaste 3…

  6. Secondo me gli elastici per capelli li fanno sparire i gatti. Rimangono poi in giro, ma non li riconosci più perchè li trasformano in gomitoli.
    Dì la verità, sono comparsi dei gomitoli colorati!

  7. Le case sono esseri viventi come noi, meritano rispetto e attenzioni. Gli oggetti spariscono perché si sentono trascurate. Il gatto diabolico invece sa, parla con la casa. E’ stata lei a guidarlo…

  8. Uhm… sparizioni inquietanti davvero……….. a me spariscono le chiavette usb. A volte ricompaiono in posti impensabili, tipo: chiavetta sparita da casa… ricomparsa in uno scoparto del camper O__o
    mi ha fatto venire in mente i gatti, che si infilano nelle macchine per andare a fare un giretto

  9. Calzini non me ne sono mai spariti!
    Ma cucchiaini,forchette e coltelli a iosa.
    Una volta mi sparì pure un giubbino di jeans e una maglietta con lo scollo a cuore ,avevo la vaga speranza di ritrovarli quando avessi traslocato.
    Sapessi come e quanto ci son rimasta male quando non sono usciti fuori neppure allora!
    Splendido e divertente post
    ciao
    liù

  10. A casa di mia madre spariscono i bicchieri.
    Come dici tu non è una questione del “tanto si rompono”, perché abbiamo quelli di Ikea infrangibili, regalati da un amico che ce li ha portati dal Continente. Siamo rimasti sorpresi come quelle ultime tribù segrete dell’Amazzonia che non hanno mai visto un uomo bianco.
    Piacevolmente sorpresi.

    Sta di fatto che spariscono quando ti servono e da otto che erano, ce ne sono rimasti un numero periodico.

    Chiamiamo Adam Kadmon.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...